Argomenti correlati all’opera

Augustinus Aurelius (Santo)

De civitate Dei.


(In fine:) Venetijs per b. locatellum sumpt. scoti. Anno Nativ..milesimo quadrigentesimo octuagesimo sexto (1486), quinto idus februarij. (i.e.) 9 II.


In-4° (mm 238x176), carte [207], mancante dell'ultima carta bianca, testo su 2 colonne, 50 linee. Carattere gotico. Letterine-guida per lo spazio dei capilettera. Antiche annotazioni e manicule mss. al margine di molte carte del testo. Legatura in cartone mod. rivestito da antico foglio di antifonario con capilettera in rosso e blu. Solo lievissime fioriture al margine di poche carte per il resto, ottima condizione.
Prima opera a stampa uscita dalla tipografia di Bonetus Locatellus (attivo fino al 1515) a Venezia , dove pubblicò centinaia di edizioni.. Il De civitate Dei di S. Agostino, ebbe un enorme successo editoriale, grazie alla grande versatilità ed alle numerose chiavi di lettura a cui si presta l'opera. Incipit (Liber Primus): "Aurelij Augustini episcopi de ciuitate dei/ liber primus feliciter incipit". Colophon: "Aurelij augustini opus de ciuitate dei feli/ citer explicit: cõfectum venetijs per bonetû/ locatellum impendio sumptibus octauiani/ scoti modoetiensis. Anno a natiuitate domi/ ni milesimo quadrigentesimo octuagesimo/ sexto quinto idus februarj./ Registrum huius libri/ Aabcdefghiklmnopqrstuxyz/ Omnes sunt quaterni". IGI, 974. Goff A-1238. Hain, 2055. GW, 2882. BMC V, 436: "4°. 208 leaves, the last blanck. 2 columns. 50 lines and head-line. Capital spaces, with guide-letters".
Codice:   14166

Richiedi informazioni sull'opera: